BIOENERGETICA

La bioenergetica si compone di tutta una serie di tecniche atta a riequilibrare la parte strutturale energetica della persona.

Non siamo solo un corpo fisico; come il nostro pianeta non termina dove appoggiamo i piedi ma ha tutt'attorno una atmosfera pervasa da immensi campi elettromagnetici, allo stesso modo la nostra persona non termina dove finisce la cute ma si estende al di fuori di essa grazie anche qui campi elettromagnetici.

Gli antichi dicevano come in grande così in piccolo!

L'Istituto Hearthmath di New York ha calcolato che il campo elettromagnetico del nostro cuore si estende per qualche metro al di fuori di noi con una forma toroidale.

Ma non solo, l'Università di Princeton monitorando attraverso due satelliti il campo elettromagnetico terrestre ha rilevato che quando sul pianeta accade qualche evento che smuove emotivamente una certa massa di persone il detto campo elettromagnetico si modifica e ne risente.

Quindi il piccolo, oltre una certa quantità soglia, modifica l'immensamente grande.

La struttura energetico elettromagnetica della persona ne costituisce lo stampo, il progetto originale, ed il progetto ancora attraverso cui il corpo fisico riesce a mantenere un'organizzazione ordinata e non casuale.

Saxon Burr, professore di anatomia alla Yale University, aveva compreso l'importanza dello stampo ed il fatto che questo fosse la matrice sulla base della quale si sarebbe strutturato poi il corpo fisico, alla stregua rispettivamente del progetto dell'architetto e dell'edificio.

Per tali ragioni è possibile ed alle volte doveroso intervenire su questa parte della persona al fine di avere effetti benefici anche sul corpo fisico della stessa.

Questa matrice mantiene memoria di tutti gli accadimenti della vita e quando questi alimentano squilibri possono a lungo andare portare i loro effetti a livello fisico.

Lavorando su questa parte di noi è possibile rinsaldare le ferite e riportare l'equilibrio.

Da piccoli non veniamo educati a prenderci cura di questa nostra parte, non ci vengono insegnati cosa sono i chakra ed i corpi sottili.

Non ci viene insegnato, oltre che a pulire il nostro corpo fisico, la pulizia e l'igiene della nostra parte energetica.

Sarebbe estremamente importante farlo al fine di avere un equilibrio psico/emotivo più stabile e sereno.

Non è vero che lo studio di queste discipline appartiene esclusivamente alla cultura dell'estremo oriente.

I sufi li chiamano lata'if, nella tradizione cristiana vengono spiegati e sviluppati da diversi autori e teologi, nella tradizione rosacrociana vengono rappresentati come petali di una rosa (e non del fiore di loto che giustamente non ci appartiene botanicamente).

Penso che in base alla nostra costruzione energetica dovremmo attingere, ai fini dello studio di questo argomento, più dalla nostra cultura che da quella orientale.

I chakra sono delle bio antenne che acquisiscono informazioni per risonanza dall'ambiente circostante, meglio funzionano e meglio selezionano le informazioni da recepire, hanno una polarità principale che varia da uno all'altro ed in relazione al sesso della persona e può essere positiva o negativa in base alla corrente preponderante che li nutre e che ne conferisce il senso di rotazione (orario o antiorario).

Allo stesso modo, come in grande così in piccolo, anche la terra ha i suoi chakra che sono i cicloni e anticicloni, anche loro formati da due correnti una calda ed una fredda (positiva e negativa) ed anche loro hanno un senso di rotazione orario o antiorario.

Lo stesso senso di rotazione che troviamo nelle galassie se osserviamo lo spazio...non sia mai che tutto è costituito sulla base di un progetto unico universale?

L'uomo è decisamente piccolo di fronte alla natura, ma anche infinitamente grande se decide di farne parte (Pascal).

poster jung.jpg
IMG_7608.JPG
UNADJUSTEDNONRAW_thumb_2488.jpg
UNADJUSTEDNONRAW_thumb_23d6.jpg