OMEOPATIA

Quando penso all'omeopatia, mi viene sempre alla mente uno dei precetti fondamentali che il suo fondatore descrive nelle prime pagine della sua opera fondamentale, l'Organon, secondo cui l'omeopatia deve essere lo strumento utile al fine del raggiungimento degli scopi ultimi dell'esistenza di una persona.

Ecco, al di là della cura dei malanni, ciò che mi affascina e che muove il mio cuore verso questa disciplina è la possibilità di indirizzare le persone affinché possano trovare la loro collocazione nel mondo, la propria strada, lasciandosi alle spalle zavorre, paure e preconcetti, come è successo per me.

"Similia similibus curentur"...il simile cura il simile... sulla base di questo principio il medico tedesco Samuel Hahnemann fondò questo sistema di cura. Hahnemann, personaggio eclettico che parlava numerose lingue e che viaggiò molto, intuì qualcosa che per moltissimo tempo era rimasto celato agli occhi di tutti: meno e' la quantità di materia di principio attivo presente e più il preparato lavora in profondità.

Tale precetto trovò riscontro successivamente proprio nello studio della fisiologia classica e precisamente nella elaborazione della legge di Weber e Fechner secondo la quale la risposta di qualsiasi corpo vivente (sia esso animale che vegetale) non è proporzionale allo stimolo, bensì al logaritmo dello stesso.

Da ciò ne consegue che se lo stimolo ha un'intensità inferiore ad una certa soglia la risposta organica non sarà più esterna ma interna provocando una riorganizzazione ed una ristrutturazione autonoma dell'organismo stesso, ovviamente in relazione alla qualità dello stimolo ricevuto.

Quanto minore è lo stimolo tanto maggiore è il potenziale di riorganizzazione e ristrutturazione dell'organismo.

Attraverso l'omeopatia si fornisce uno stimolo infinitesimale all'individuo che però, come detto, può avere conseguenze enormi sulla forza vitale della persona.

Questa forza vitale è ciò che conferisce la vita al nostro corpo fisico che ne mantiene l'ordine sia cellulare che psicoemotivo; tant'è che in base alla potenza del rimedio utilizzata si può agire su diversi livelli della persona, ossia quello fisico, quello mentale/emotivo e/o spirituale.

In omeopatia si utilizzano rimedi che possono avere origine minerale, vegetale o animale.

Il metodo di somministrazione dipende dallo squilibrio della persona, dall'approccio che si vuole utilizzare e dai risultati che si vogliono ottenere.

Generalmente l'assunzione avviene attraverso granuli o gocce.

L'omeopatia è magica, quando applicata correttamente i risultati non si lasciano attendere, a dispetto del luogo comune secondo cui sarebbero metodi di cura lenti; nel momento in cui il rimedio entra in risonanza con la forza vitale della persona i cambiamenti sono fantastici e alle volte inimmaginabili.

Buona omeopatia a tutti!!!!

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_4eba.jpg
IMG_7619.JPG
IMG_7634.JPG
bolle.jpg